We look at the cinema as a unique and powerful tool to explore the world around us. Movies not only entertain us, they importantly can expand our horizons, leading us on a journey that stimulates curiosity and controversy and make us confront with our deepest emotions. Films reflect the beauty and complexity of our lives.

Un Valzer tra gli scaffali(In Den Gängen)  2019

La scheda

La storia

Trailer

Recensioni

Regia: Thomas Stuber

Cast: Franz Rogowski , Sandra Hüller, Peter Kurth

Vincitore del Premio della Giuria Ecumenica e del Premio Guild delle Giurie Indipendenti al Festival Internazionale del Cinema di Berlino, Vincitore del Premio Lola per Franz Rogowski come Miglior Attore del Cinema Tedesco, Vincitore del Vesuvio Award come Miglior Film al Napoli Film Festival, Un Valzer tra gli scaffali è un film che seduce per la sua poesia e il suo realismo.

È una danza garbata e poetica di vite scandite da un’apparente banale quotidianità, dove un grande ipermercato è più casa per i protagonisti, delle loro stesse case.

Un microcosmo di umanità fatto di dolori e solitudini, ma anche di complicità, sogni e speranze perché la vita può essere miracolosa anche nelle piccole cose e un cuore puro, persino nel brusio di un elevatore che scende piano piano, può arrivare a sentire il rumore del mare.

Significativa è la motivazione del Premio della Giuria Ecumenica al Festival Internazionale di Berlino: “Se la vita è un supermercato, allora ciò di cui abbiamo bisogno non si trova sugli scaffali, ma nelle corsie. Il film mostra in modo artisticamente convincente cosa si intende per: "Beati i puri di cuore”.

Le luci di un grande supermercato alla periferia di una cittadina della Germania Est si accendono e, sulle note di Sul Bel Danubio Blu, i carrelli per la movimentazioni delle merci volteggiano come abili danzatori in un valzer tra i corridoi.

Un’immagine onirica ed evocativa che sembra contrastare con la monotona quotidianità di questo luogo, popolato di gente, lavoratori o clienti, unicamente impegnata a riempire o a svuotare interi bancali di merci.

Eppure, in questo microcosmo di vite scandite da una banale e impassibile regolarità, si cela una profonda umanità: storie di solitudini e malinconie, ma anche di emozioni e di complicità, animano la vita tra i corridoi creando l’illusione, tra i lavoratori, di essere parte di un'unica, grande famiglia.

Il nuovo arrivato Christian, timido e riservato scaffalista notturno, non resta insensibile a questa atmosfera e presto finisce per considerare il supermercato come fosse la sua vera casa.

Ma Christian, soprattutto, non resta insensibile a lei, la Marion ai Dolciumi che lo ha folgorato al primo sguardo e che, tra un incontro e l’altro alla macchinetta del caffè, cercherà teneramente di conquistare.

Thomas Stuber trasforma la quotidianità in magia

Potremmo passare le ore a guardare due attori così interessanti come Hüller e Rogowski che si guardano l’un l’altro con occhi luccicanti.

Variety


Un film commovente che invita a sentimenti di reale solidarietà. Una storia drammatica sul posto di lavoro assolutamente coinvolgente e di grande umanità

****The Guardian

Un ritratto lirico di persone emotivamente ferite che condividono un ambiente di lavoro senz'anima nella Germania orientale contemporanea osservate con grande acume e tenerezza e con grande empatia umana per i suoi protagonisti.

The Hollywood Reporter


Se pensate che un film sui lavoratori dei supermercati possa essere inconsistente, noioso o privo di eventi interessanti In den Gängen vi farà sicuramente cambiare idea. Un film commovente toccante, sorprendente e intelligente con grandi prospettive commerciali e di qualità.

Awards Watch- Grade A


In den Gängen è delicato, poetico, divertente, toccante, sconcertante... in una parola meraviglioso.

Un finale che incanta

*****Filmstarts

© Satine Film Distribuzione 2020

Un Valzer tra gli scaffali 
(In Den Gängen)
  2019

La scheda

La storia

Trailer

Recensioni

Regia: Thomas Stuber

Cast: Franz Rogowski , Sandra Hüller, Peter Kurth

Vincitore del Premio della Giuria Ecumenica e del Premio Guild delle Giurie Indipendenti al Festival Internazionale del Cinema di Berlino, Vincitore del Premio Lola per Franz Rogowski come Miglior Attore del Cinema Tedesco, Vincitore del Vesuvio Award come Miglior Film al Napoli Film Festival, Un Valzer tra gli scaffali è un film che seduce per la sua poesia e il suo realismo.

È una danza garbata e poetica di vite scandite da un’apparente banale quotidianità, dove un grande ipermercato è più casa per i protagonisti, delle loro stesse case.

Un microcosmo di umanità fatto di dolori e solitudini, ma anche di complicità, sogni e speranze perché la vita può essere miracolosa anche nelle piccole cose e un cuore puro, persino nel brusio di un elevatore che scende piano piano, può arrivare a sentire il rumore del mare.

Significativa è la motivazione del Premio della Giuria Ecumenica al Festival Internazionale di Berlino: “Se la vita è un supermercato, allora ciò di cui abbiamo bisogno non si trova sugli scaffali, ma nelle corsie. Il film mostra in modo artisticamente convincente cosa si intende per: "Beati i puri di cuore”.

Le luci di un grande supermercato alla periferia di una cittadina della Germania Est si accendono e, sulle note di Sul Bel Danubio Blu, i carrelli per la movimentazioni delle merci volteggiano come abili danzatori in un valzer tra i corridoi.

Un’immagine onirica ed evocativa che sembra contrastare con la monotona quotidianità di questo luogo, popolato di gente, lavoratori o clienti, unicamente impegnata a riempire o a svuotare interi bancali di merci.

Eppure, in questo microcosmo di vite scandite da una banale e impassibile regolarità, si cela una profonda umanità: storie di solitudini e malinconie, ma anche di emozioni e di complicità, animano la vita tra i corridoi creando l’illusione, tra i lavoratori, di essere parte di un'unica, grande famiglia.

Il nuovo arrivato Christian, timido e riservato scaffalista notturno, non resta insensibile a questa atmosfera e presto finisce per considerare il supermercato come fosse la sua vera casa.

Ma Christian, soprattutto, non resta insensibile a lei, la Marion ai Dolciumi che lo ha folgorato al primo sguardo e che, tra un incontro e l’altro alla macchinetta del caffè, cercherà teneramente di conquistare.

Thomas Stuber trasforma la quotidianità in magia

Potremmo passare le ore a guardare due attori così interessanti come Hüller e Rogowski che si guardano l’un l’altro con occhi luccicanti.

Variety


Un film commovente che invita a sentimenti di reale solidarietà. Una storia drammatica sul posto di lavoro assolutamente coinvolgente e di grande umanità

****The Guardian

Un ritratto lirico di persone emotivamente ferite che condividono un ambiente di lavoro senz'anima nella Germania orientale contemporanea osservate con grande acume e tenerezza e con grande empatia umana per i suoi protagonisti.

The Hollywood Reporter


Se pensate che un film sui lavoratori dei supermercati possa essere inconsistente, noioso o privo di eventi interessanti In den Gängen vi farà sicuramente cambiare idea. Un film commovente toccante, sorprendente e intelligente con grandi prospettive commerciali e di qualità.

Awards Watch- Grade A


In den Gängen è delicato, poetico, divertente, toccante, sconcertante... in una parola meraviglioso.

Un finale che incanta

*****Filmstarts

Un Valzer tra gli scaffali 
(In Den Gängen)
  2019